FAQ Sui Codici a Barre

faq
Avete diversi dubbi e non sapete come venirne a capo? Consultate le faq sui codici a barre, molte delle risposte potrete trovarle qui!
Se non riesci a trovare una risposta alla tua domanda, per favore contattaci
 Un codice a barre è un’immagine che rappresenta una piccola quantità di informazioni che possono quindi essere facilmente letti da un lettore di codici a barre o da applicazioni cellulare . I codici a barre sono disponibili in molte forme, ma sono prevalentemente per i prodotti al dettaglio per tirare su informazioni sui prezzi e sui prodotti in cassa. In questo caso il codice a barre non è semplicemente un 12 o 13 cifre codificato come un’immagine. 
 Il sistema di codifica per codici a barre, creato nel 70 da George Laurer, è un sistema universale per tenere traccia degli articoli e prezzi attraverso un sistema d’inventario mondiale. Questo è utilizzato da quasi tutti i rivenditori del mondo e funziona sotto la premessa che per ciascun codice a barre corrisponda un tipo di prodotto, quindi non c’è la possibilità di trovare all’interno di qualsiasi negozio lo stesso codice a barre su due prodotti differenti. Questo sistema incamera sia numeri UPC-A sia quelli del superset EAN-13. 
 Mentre siamo in grado di fornire una vasta gamma di codici (UPC-A & EAN-13) e codici a barre non al dettaglio tipo (codici QR, Codice 128/39, ITF-14 codici a barre), principalmente forniamo codici a barre al dettaglio EAN-13. Questi ultimi sono quelli più in uso in tutti i punti vendita al di fuori degli USA (con l’eccezione dei libri e riviste). I nostri numeri provengono dallo stesso sistema originale di GS1, ma adesso sono fuori dal controllo del sistema GS1. Perciò siamo in grado di venderli ad un costo unico. 
 La risposta “generalmente” è “sì”, – La grande maggioranza dei rivenditori al dettaglio trova molto più conveniente se i prodotti che entrano nei loro negozi sono già provvisti di codici a barre, in fatti molti rivenditori fanno di questo un pre-requisito. Ciò significa che l’uso dei codici a barre può  aprire la porta a molti più dettaglianti, consentendo cosi di espandere la distribuzione del vostro prodotto. Se si decide di vendere soltanto attraverso il proprio negozio, allora si rende possibile il mancato utilizzo dei codici a barre. Inoltre, è possibile etichettare tutti i prodotti in magazzino con codici a barre non destinati alla vendita al dettaglio e quindi sono molto più economici. Questo è dovuto al fatto che se i prodotti sono solo per uso interno, non hanno bisogno di fare parte del sistema utilizzato dai “Codice a barre”. 
 Entrambi i codici a barre UPC-A e i codici a barre EAN-13 sono utilizzati nei negozi al dettaglio nel mondo, tuttavia le 12 cifre codici UPC-A più comuni negli STATI UNITI mentre i codici a barre EAN-13 sono più comuni in tutti gli altri paesi. Per quanto riguarda la codifica, la lettura di questi codici a barre sono molto simili, in realtà, un UPC-A codici a barre possono essere codificati come codici a barre EAN-13, aggiungendo un “0” in avanti. In questo caso l’immagine o barre di codice a barre sarà lo stesso del codice a barre UPC-A. Lettori di codici a barre può generalmente prendere entrambi i tipi di codici facilmente si raccomanda tuttavia se si ha l’intenzione di vendere il prodotto negli USA (se principalmente) si consiglia un codice UPC-A. Se il prodotto è venduto in altri paesi, il codice EAN-13.
È consigliabile ottenere un diverso codice a barre per ogni prodotto o sua variante. Questo dipende dal fatto che i negozi utilizzo i di codici a barre per due scopi principali:

1. I codici a barre sono usati per ottenere il prezzo del prodotto al momento della scansione alla cassa.
2. I codici a barre sono utilizzati per tenere traccia delle scorte di prodotto cosi da decidere quando riordinarlo. Ciò significa che se si utilizza il codice a barre solo per l’opzione 1, si può usare lo stesso codice a barre per 2 variazioni – prodotto (cioè i diversi colori del prodotto stesso), tuttavia, se si utilizzano i codici anche per l’opzione 2, allora sarà necessario un diverso codice a barre per ogni variante di prodotto. In generale i commercianti preferiscono stoccare prodotti che sono in questa linea di gestione. Alcuni rivenditori potrebbero preferire di non accettare il prodotto se devono poi aggiornare lo stoccaggio manualmente, in vista del riordino. Pertanto si consiglia di avere un diverso codice a barre per ogni sua variazione.

 L’unico tipo di prodotto al dettaglio che non utilizza i codici a barre EAN-13 sono libri e riviste. Tutti gli altri prodotti usano EAN-13 o i codici a barre UPC-A – ed è possibile acquistarli qui.
 I nostri codici a barre sono accettati in quasi tutti i negozi nel mondo, tuttavia ci sono alcune eccezioni. Secondo le nostre conoscenze gli unici negozi che non accettano il nostro codice a barre sono i ‘Super Cheap Retail Group’ e ‘Woolworths Australia Centrale Rami” in Australia, “Walmart, Sam’s Club, Krogers, Fred Mayers, Macy’S & JC Penney” negli USA e “Super Gruppo Retail e per il ramo alimentari Auckland e Wellington Branches”. Oltre a questi negozi, abbiamo venduto decine di migliaia di codici a barre e non abbiamo mai incontrato difficoltà. Possiamo anche fornire consulenze per audit –rapporti di verifica con accreditamento indipendente. Il che significa che i nostri codici a barre sono accettati da più negozi di qualsiasi altro rivenditore. Per informazioni su quali  negozi non accettano i nostri codici a barre e quali richiedono rapporti di verifica, vedi la sezione Accettazione Codice a barre.
 No, questo non è qualcosa che possiamo garantire – non c’è compagnia di codici a barre che lo può garantire. I rivenditori sono in grado di stabilire requisiti propri per i codici a barre anche se non hanno senso. Tali requisiti sono anche soggetti a modifica. Tuttavia rimane che abbiamo venduto decine di migliaia di codici a barre in tutto il mondo e questo ci da la certezza che, ad eccezione dei negozi sopra citati, la stragrande maggioranza dei negozi accetti i nostri codici. Per maggiori informazioni non esitate a contattarci, per richiedere informazioni su negozi nello specifico.
Se si acquista 1 solo numero di codice a barre, non si è eleggibili ad un prefisso societario (nessuna azienda lo fa). Tuttavia, se si desidera acquistare  n° 10, 100, 1.000 o 10.000 codici a barre allora saremo in grado attribuirvi un prefisso societario. La lunghezza del prefisso societario dipenderà da quante modifiche sono richieste per un totale di 13 cifre. Quindi, se si ordinano 10 codici a barre il  prefisso della vostra azienda sarà di 1 cifra in più di chi fa un ordine da 100.
 Un codice a barre al dettaglio è semplicemente un numero codificato con un’immagine. Come tale, esso non contiene alcuna informazione codificata del prodotto o dell’azienda. Quando il codice a barre va nei negozi, le informazioni sul prodotto vengono allegate al codice a barre secondo il sistema  di scansione del negozio, in modo che quando viene eseguita la scansione del codice a barre il computer richiami le informazione relative al prodotto.
 È possibile ordinare un codice a barre. I codici a barre EAN-13 sono la prima opzione disponibile. Si può anche acquistare la registrazione dei codici a barre. Fatto ciò si può passare al pagamento, si può scegliere di pagare con carta di credito o tramite paypal. A pagamento avvenuto, riceverai via e-mail i file dei codici a barre con le relative immagini in allegato. Se desiderate pagare con bonifico bancario o tramite un altro metodo alternativo potete contattarci tramite e-mail. 
 Una volta ricevuto il numero del codice a barre con le immagini in allegato, semplicemente puoi inserirli nella vostra confezione prodotto o stamparli su etichette adesive. È possibile ridimensionare il codice a barre prima di eseguire questa operazione, tuttavia è necessario essere a conoscenza delle dimensioni del codice a barre. Quando un rivenditore riceve il codice a barre ed il prodotto eseguirà la scansione del codice a barre cosi da immettere le informazioni del prodotto nel sistema in modo che, quando il codice a barre verrà nuovamente passato allo scanner le informazioni del prodotto verranno visualizzate automaticamente. 
 Sì. Siamo in grado di fornire sia i codici a barre EAN-13, che vengono utilizzati in tutto il mondo) che e i codici a barre UPC-A (per l’uso negli USA).

I nostri codici a barre sono attualmente in uso nei seguenti paesi: Australia, Bahrein, Belgio, Brasile, Cambogia, Camerun, Canada, Isole del Canale, Cina, Isole Cook, Curacao, Cipro, Danimarca, Repubblica Dominicana, Timor orientale, Inghilterra, Fiji, Finlandia, Francia, Germania, Ghana, Grecia, Hong Kong, India, Irlanda, Israele, Italia, Giamaica, Giappone, Jersey, Kiribati, Kuwait, Libano, Lituania, Malesia, Malta, Mauritius, Messico, Mozambico, Paesi Bassi, Nuova Caledonia, Nuova Zelanda, Nigeria, Norvegia, Papua Nuova Guinea, Portogallo, Rarotonga, Ruanda, Singapore, Scozia, Slovacchia, Slovenia, Sudafrica, Corea del Sud, Spagna, Sultanato di Oman, Suriname, Svizzera, Taiwan, Thailandia, Tonga, UAE, Uganda, Regno Unito, USA, Vanuatu, Nigeria, il Galles, lo Zambia.
Questo elenco è in continuo aggiornamento, la preghiamo di farci sapere se il paese interessato non è in elenco cosi da verificare se è stato aggiunto di recente. Oppure potreste voi essere il primo. 

 Offriamo numeri di codici a barre legali a prezzi accessibili ad un costo unitario senza bisogno di quote associative o annuali. Alcuni dei nostri servizi includono:

1.Codici a Barre economici – 1 pacchetto di Codici a Barre a partire da E.39  e sempre più economici

2. Assenza di quote associative o annuali  – i codici a barre vengono venduti per un costo una tantum e si paga una sola volta
3. Forniamo l’immagine dei Codice a barre, anche ad alta risoluzione (600 dpi) immagini in 5 formati differenti (Bitmap, eps, Tiff, Jpeg e PDF) per ogni esigenza
4. Nessun obbligo associativo – Questo richiederà il consumo ripetuto del vostro tempo e denaro.
5. Servizio veloce, potreste ricevere il vostro codice a barre immediatamente (se ordinate un codice a barre al dettaglio) o entro 12 ore. Possiamo velocizzare il servizio se vi é richiesta d’urgenza.
6. Possiamo fornire rapporti di verifica accreditati – siamo in grado di fornire rapporti di verifica indipendentemente accreditati il che significa che i nostri codici a barre sono accettati da più negozi di qualsiasi altro rivenditore.  Per ulteriori informazioni consultare la sezione  “perché comprare da noi”. 

 Sì, possiamo garantire che il codice a barre che vendiamo non sono mai stati venduti o utilizzati. I nostri numeri sono unici e provengono da Uniform Code Council (ora GS1 USA). Forniamo certificati di garanzia cosi da poter attestare e provare l’appartenenza del proprio numero di codice a barre. Abbiamo anche una garanzia scritta da parte della società produttrice che attesta la provenienza e il nostro diritto di vendita in esclusiva di questi codici a barre – la società fornitrice è raccomandata direttamente da George Laurer (l’inventore del codice a barre UPC). Inoltre, è possibile controllare i nostri numeri per uso illegale su internet prima della vendita in modo da essere certi che nessuno li stia utilizzando per scopi illegali. 
 No, una volta che avete acquistato un codice a barre da noi, è vostro a vita e siete liberi di utilizzarlo come desiderate. Abbiamo una selezione di codici a barre che non richiedono quote associative o annualità grazie al fatto che sono al di fuori del sistema GS1. Questo è un

beneficio che offriamo al consumatore. 

 Negli anni 1990 GS1 è stato stabilito in più parti del mondo. Hanno esteso la licenza del proprio numeri di codice a barre a 13 cifre ai propri soci (e come discusso precedentemente richiesto il pagamento di entrambe le quote di adesione e per il rinnovo annuale). Tuttavia, vi è stata un’altra organizzazione negli USA – Uniform Code Council (UCC) – che ha esteso licenza dei loro numeri di codice a barre a 12 cifre ai loro membri per un costo una tantum (senza costi associativi o di rinnovo). La UCC stava effettivamente in competizione con GS1. I loro codici a 12 cifre sono stati un sottoprodotto di eguale efficacia di quelli a 13 cifre. Alla fine degli anni 1990, ci fù la fusione della UCC con la GS1, diventando GS1-US. Questo cambiamento, porto alla decisione di iniziare a far pagare i diritti di licenza annuali a tutti i membri, compresi quelli che avevano pagato  l’ottenimento della licenza del codice a barra per un costo una tantum. Naturalmente, molti di questi membri non erano contenti del nuovo canone annuale, e così alcuni di loro fini con intentare un’azione legale contro la GS1. I membri hanno vinto la causa davanti al giudice nei primi degli anni 2000, che risultò in una sanzione multimilionaria a carico della GS1. Un’altra clausola di questa sentenza è che i numeri originali rilasciati dall’UCC negli anni 1990 sono al di fuori del controllo della GS1, e quindi la vendita di tali può avvenire senza il pagamento di adesione e di annualità. Questi numeri sono acquistabili da rivenditori. Si tratta quindi di “nuovi” numeri, mai utilizzati su un prodotto, e sono parte del GS1 system. 
 Le dimensioni standard ufficiali del codice a Barre EAN-13 è di 37.3×25.9 – si può  ufficialmente ridurre la misura fino all 80% (circa 20X30mm) oppure ingrandirlo fino al 200%. Il tutto dipende dal rivenditore, se puoi cavartela con una misura più piccola o più grande. Comunque tieni conto del fatto che se si richiederà un rapport l’immagine o barre di codice a aderire ai normali standard oppure si rischia di non superare la verifica. E’ buona norma fare un test tramite uno scanner del codice a barre prima di inviarlo ai negozi. Per favore controlla la sezione dimensioni dei codici a barre, per gli standard ufficiali. 
 No – non esiste una raccolta ufficiale di dati aggiornata su cui registrare il proprio codice a barre (ne a livello nazionale che internazionale). La registrazione dei codici a barre non è mendatorio. Invece è responsabilità del rivenditore è della GS1 l’assicurare che ogni numero abbia un solo proprietario e poi sta al manifattore (voi) l’assicurare che ogni codice a barre venga assegnato ad un solo prodotto. Noi offriamo in opzione il servizio della registrazione del codice a barre che apporta diversi vantaggi. Qui a tua disposizione la sezione con maggiori dettagli. 
 George Laurer inventò i 12 numeri UPC-A del sistema codice a barre mentre stava lavorando per IBM. Lui è un sostenitore dei rivenditori dei numeri di codici a barre come noi e non è d’accordo con le restrizioni che GS1 ha deciso richiedendo il pagamento quote salate per chi vuole entrare nel mercato. 
 Il network internazionale di codice a barre è stato formato in modo da incrementare la disponibilità dei rivenditore di codici a barre e la diffusione delle informazioni su questi a livello mondiale. Attraverso uffici di rappresentanza (con agenti aventi licenze locali, che hanno, conoscenza dei mercati individuali), cosi da provvedere al rivenditore numeri di codici a barre a un prezzo vantaggioso il tutto nella lingua nativa. 
 Si, é possibile stampare il tuo codice a barre su uno sfondo che non sia bianco o nero, ma la buona riuscita di una scansione del codice a barre dipende da un buon livello di contrasto tra il colore di sfondo e le linee. Ad esempio, un codice a barre giallo su uno sfondo bianco molto probabilmente non si leggerá bene, mentre un blu scuro su uno sfondo bianco probabilmente si leggerà bene. Di nuovo è importante fare un test di scansione prima di procedere alla stampa sui tutti i tuoi prodotti. 

 

Se hai qualsiasi altra domanda per favore, contattaci. Se invece sei pronto ad acquistare i tuoi codici a barre puoi farlo qui.